Shooting dei ducatisti col nuovo Diavel 1260 S

Shooting dei ducatisti col nuovo Diavel 1260 S

Come ogni anno, i 76 Desmo Owners Club italiani si sono ritrovati per l’annuale meeting a Borgo Panigale. Era presente anche ilnuovo Diavel 1260 S, “So good to be bad”.

Come ogni anno, i 76 Desmo Owners Club italiani si sono ritrovati per l'annuale meeting a Borgo Panigale per coordinare e programmare le loro attività all'interno di una giornata sempre intensa e divertente. Anche questa volta non sono mancate le sorprese, coinvolgendo i quasi centocinquanta ducatisti in un creativo shooting fotografico allestito in onore del nuovo modello Diavel 1260 S, ricco…

Come ogni anno, i 76 Desmo Owners Club italiani si sono ritrovati per l’annuale meeting a Borgo Panigale per coordinare e programmare le loro attività all’interno di una giornata sempre intensa e divertente. 

Anche questa volta non sono mancate le sorprese, coinvolgendo i quasi centocinquanta ducatisti in un creativo shooting fotografico allestito in onore del nuovo modello Diavel 1260 S, ricco di innovazioni, tra cui il motore Testastretta DVT 1262 da 159 cavalli e la rinnovata ciclistica ed elettronica che con la soluzione Quick Shift permette di cambiare senza la frizione.

Il possente Ducati, circondato da riflettori e fotografi, risaltava sul nerissimo sfondo con una decisa scritta: “So good to be bad”.

Lady Ducati in posa con il Diavel.

Ogni ducatista, rappresentante dei Club, è stato invitato a una personalissima interpretazione del motto durante gli scatti, con espressive emozioni, atteggiamenti e azioni, con l’intento di esaltare il carattere vero e più autentico del nuovo Ducati.

Giunto il mio momento, ho assunto la posa della “testa stretta”, letteralmente stretta tra le braccia puntate sui gomiti e appoggiate alla moto, rimarcando la posizione di Giancarlo Falappa in una delle sue immagini più diffuse e famose tra gli appassionati Ducati, pensando a quanto fosse veramente “bad” il suo atteggiamento in pista, vincente e inevitabilmente cattivo, così come da istruzioni dettate dal vocabolario. Cattiveria: azione, comportamento riprovevole, dannoso o doloroso per gli altri.

Dopo la pausa presso il Museo Ducati per il pranzo-buffet, il meeting è proseguito nell’auditorium alla presenza di Eugenia Simoni (DesmoOwnersClub), Patrizia Cianetti (Marketing Director) e Chiara Longo (Events&Community Manager), che hanno illustrato le attività previste per un 2019 ducatista, dalle tribune Ducati, 2 in Italia e 6 in Europa, fino ai corsi DRE, differenziati in racetrack, safety ed enduro nello scenario toscano di Nipozzano. Infine, raduni, motoincontri e track day in circuito con la nuova Panigale V4. 

Le attività saranno tutte a condizioni agevolate per gli iscritti ai Club, che in Italia hanno raggiunto i circa 10.300 soci. Tra le moto esposte nell’auditorium, la Panigale V4 Speciale, il Multistrada 1260 S e il Multistrada 950.

Per finire, i partecipanti si sono raggruppati per la tradizionale foto evento. Per entrare nel mondo della passione ducatista ora non resta che contattare il Club più vicino, anche visitando la rinnovata sezione dedicata del sito ducati. 

Lascia un commento