Alpinestars 55th anniversary

Alpinestars 55th anniversary

Alpinestar festeggia i 55 anni della propria storia realizzando una special che racconta le radici e la tradizione racing dell’azienda.

Come festeggiare in modo adeguato i primi 55 anni della propria storia? Alpinestars ha scelto sicuramente un modo particolare, collaborando con Michael Woolaway, famoso preparatore e designer della Deus Ex Machina di Venice, in California. Il suo compito è stato quello di realizzare una moto che raccontasse da una parte le radici e la tradizione racing dell'azienda, dall'altra la sua…

Come festeggiare in modo adeguato i primi 55 anni della propria storia? Alpinestars ha scelto sicuramente un modo particolare, collaborando con Michael Woolaway, famoso preparatore e designer della Deus Ex Machina di Venice, in California. Il suo compito è stato quello di realizzare una moto che raccontasse da una parte le radici e la tradizione racing dell’azienda, dall’altra la sua capacità di innovazione tecnologica.

Alpinestars mi ha protetto in tutti gli anni in cui ho corso – dice Michael – Ho seguito tutto il suo percorso, dall’esordio con gli stivali per il motocross, alle tute di pelle, fino alle ultime innovazioni rappresentate dalla tecnologia Tech-Air. Così, dopo averne discusso con Gabriele (Gabriele Mazzarolo, patron dell’azienda veneta, ndr), sono partito da un motore Ducati 750 del 1974, già preparato per le gare, certamente la soluzione ideale per essere il cuore della moto; ma la moto stessa doveva avere parti racing moderne, proprio per raccontare la storia passata e attuale, così da coniugare lo stile delle moto italiane da GP degli anni Sessanta con la tecnologia delle moderne Ducati da MotoGp”.

Fra queste, senz’altro l’impianto di scarico Akrapovic in puro stile MotoGp, così come le particolari gomme Michelin.

Su questa special, poi, ci sono vari riferimenti alla storia dei più importanti piloti che hanno collaborato con Alpinestars, come il freno posteriore che si aziona con il pollice, tipico di Mick Doohan, e lo stile della sella che richiama quello della Ducati di Nicky Hayden.

Aspetto fondamentale – conclude Woolaway – è stata la volontà che questa moto ricordi alla gente le radici di Alpinestars nel mondo delle corse, così era necessario che avesse un aspetto e un sound come una vera moto racing, e così è stato!”.

monster_s2r_special_agile (2)

Una special agile, di nome e di fatto

Questa special, realizzata da Cohn Racers, piccolo atelier che ha sede in Florida, ha come base un Monster S2R e si chiama "Agile".

Questo contenuto è riservato ai soli abbonati.
Abbonandoti a Cuoredesmo.com avrai accesso illimitato ai contenuti e non visualizzerai più i banner pubblicitari. Contribuirai inoltre a sostenere il progetto "Cuoredesmo", il riferimento online per la tua passione Ducati. Accedi Abbonati
Potrai scegliere fra:
  • Abbonamento mensile al sito 3 €
  • Abbonamento trimestrale al sito 6 €
  • Abbonamento annuale al sito 20 €
  • Abbonamento annuale al sito + abbonamento 1 anno alla rivista Mondo Ducati 30 €

Lascia un commento