Nuova Ducati Multistrada V4: quanti segreti…

Nuova Ducati Multistrada V4: quanti segreti…

Sembra che sia arrivato finalmente il momento della Multistrada V4 con il motore quattro cilindri Desmosedici Stradale, che moto sara?

Quando è nata, nel 2003, la Multistrada era equipaggiata con un "tranquillo" due valvole desmo, il classico pompone da 1000 cc. Poi, si è passati al 1100, infine nel 2010 è arrivato il quattro valvole. Già al tempo qualcuno aveva storto il naso. Servono poi tutti questi cavalli per una moto utilizzata spesso per turismo e in coppia? Al di…

Quando è nata, nel 2003, la Multistrada era equipaggiata con un “tranquillo” due valvole desmo, il classico pompone da 1000 cc. Poi, si è passati al 1100, infine nel 2010 è arrivato il quattro valvole. Già al tempo qualcuno aveva storto il naso. Servono poi tutti questi cavalli per una moto utilizzata spesso per turismo e in coppia? Al di là dei gusti e delle convinzioni personali, la risposta al tempo non poté che essere un bel sì.

Era il mercato, e la concorrenza, che lo richiedevano, con una clientela sempre più interessata a proposte di dimensioni ingombranti e tanta cavalleria. Insomma, bisognava seguire, e magari provare a sorpassare, l’ondata BMW GS.

Operazione del tutto riuscita, a nostro avviso, vista la discreta fetta di mercato che la Multistrada è riuscita a conquistarsi; tanto che nel 2019, ad esempio, questa famiglia ha fatto registrare il valore più alto di moto vendute dal suo ingresso sul mercato, avvenuto appunto 17 anni fa.

Ora sembra che sia arrivato finalmente il momento della Multistrada V4 con il motore quattro cilindri Desmosedici Stradale; in realtà molti erano convinti che sarebbe stata presentata a Eicma 2019, dove invece ha esordito la Streetfighter V4, ma ormai sembra che manchi poco all’esordio sul mercato di questa nuova versione della enduro stradale di Borgo Panigale. A questo punto, la domanda del 2010 torna spontanea e ovviamente rafforzata.

A che pro una moto con queste caratteristiche spinta da un propulsore che sicuramente arriverà vicino ai 190/195 Cv? Certo, verrà “civilizzato”, reso più adatto a un utilizzo turistico, ma tutta questa potenza a che serve se poi deve essere imbrigliata? Poi, un’ulteriore considerazione: non è stata proprio Ducati, con la presentazione della versione 950, a dimostrare come una buona parte dei motociclisti sia alla ricerca di moto meno impegnative, più rilassanti,fra l’altro ottenendo ottimi dati di vendita?

Del resto, anche per il suo modello di punta, la Panigale V4, non abbiamo assistito a una versione 2020 “domata” rispetto a quella del 2019, proprio perché molti utenti avevano espresso difficoltà nella gestione di una simile belva? Lì, poi, stiamo parlando di una moto espressamente pensata per l’utilizzo in pista, da un utente sicuramente più abile ed esperto del motociclista medio. Discorso nettamente diverso per la Multistrada, che ovviamente non vedrà mai in vita sua una pista, ma solo strade su cui la prestazioni del motore V4 non sono certo una priorità. Allora che senso potrebbe avere?

Beh, un suo motivo di esistere in realtà potrebbe averlo se gli ingegneri Ducati riuscissero a sfruttare tutti i vantaggi di erogazione del quattro cilindri, ponendo freno alla sua esuberanza grazie agli innumerevoli ausili elettronici oggi a disposizione. Probabile poi che il motore della nuova Multistrada V4 (ma si chiamerà poi così?)  non si avvicinerà neanche lontanamente ai 214 Cv della Panigale V4 fermando la sua asticella anche a 20 Cv in meno, con caratteristiche di coppia poi completamente diverse.

Ma ci potrebbe essere anche altro…

Come sappiamo, e come le voci insistenti sembravano confermare, la Multistrada V4 doveva esordire a Eicma 2019: come mai poi questo non è avvenuto? Solo questioni commerciali o di industrializzazione? Oppure potrebbe esserci dietro qualcosa di altro? Se invece in Ducati avessero pensato di dotare la nuova endurona di un motore di diversa cilindrata, un Desmosedici Stradale non di 1103 cc, ma magari di 850 o 900 cc? Non potrebbe essere questa la soluzione migliore per una moto adatta anche all’utilizzo quotidiano, al turismo, alle passeggiate in coppia? Sì, potrebbe anche darsi. Meditate gente, meditate…

Lascia un commento