Batteria della moto: la St2 non ripartiva dopo l’inverno

Batteria della moto: la St2 non ripartiva dopo l’inverno

Possiedo una Ducati ST2 del 2001. Ho cambiato la batteria della moto lo scorso anno. Come tutti gli anni, durante l’inverno ho lasciato la moto in garage sui cavalletti e coperta con un telo. Quando è arrivato il momento di accenderla ho preso il caricabatterie e l’ho attaccato: dopo 24 ore di carica, il quadro […]

Possiedo una Ducati ST2 del 2001. Ho cambiato la batteria della moto lo scorso anno. Come tutti gli anni, durante l’inverno ho lasciato la moto in garage sui cavalletti e coperta con un telo. Quando è arrivato il momento di accenderla ho preso il caricabatterie e l'ho attaccato: dopo 24 ore di carica, il quadro e le luci funzionavano, ma…

Possiedo una Ducati ST2 del 2001. Ho cambiato la batteria della moto lo scorso anno. Come tutti gli anni, durante l’inverno ho lasciato la moto in garage sui cavalletti e coperta con un telo. Quando è arrivato il momento di accenderla ho preso il caricabatterie e l’ho attaccato: dopo 24 ore di carica, il quadro e le luci funzionavano, ma il motore ancora non partiva con l’avviamento, così mi è toccato avviarlo a spinta, ma una volta in moto il motore scoppiettava. Allora sono stato costretto a sostituire la batteria. Secondo voi l’inconveniente è dipeso dal caricabatterie troppo potente o può esserci stato qualche altro problema?
Mirko

Risponde Stefano Ferrigno
Caro Mirko, la ST2 ha un motore molto esigente in termini di corrente di spunto, visto l’elevato rapporto di compressione e la cilindrata. Per questo necessita di una batteria pienamente efficiente e che non “perda un colpo”. Ora, il tuo metodo di conservazione della moto sotto questo aspetto non è dei migliori e determina un forte shock per la batteria, che non mi stupisce debba essere sostituita ogni volta. Innanzitutto, la batteria non deve possibilmente mai scaricarsi completamente.

In secondo luogo, la carica deve avvenire a basso amperaggio e senza eccessiva fretta. Per questo motivo, o la rimuovi dalla moto in occasione del fermo stagionale in modo da non farla scaricare completamente, possibilmente attaccandola al caricabatterie per breve tempo ogni tanto, oppure (ed è la cosa migliore) ti compri uno dei moderni “manutentori” elettronici da lasciare sempre attaccato durante la sosta invernale. All’arrivo della bella stagione, girando la chiave, la moto partirà al primo colpo come se la batteria fosse nuova.

Lascia un commento