900 SS a carburatori del 1978, problemi di avviamento

900 SS a carburatori del 1978, problemi di avviamento

Ho una 900 SS a carburatori del 1978 con qualche problema all’avviamento. I carburatori da 40 mm non sono forniti di starter, ma soltanto di arricchitori manuali. Quando sono fortunato, parte al primo colpo di pedale, altrimenti non ci sono santi che tengano. Così devo sempre ricorrere all’aiuto di qualche motociclista. Mi date qualche dritta […]

Ho una 900 SS a carburatori del 1978 con qualche problema all’avviamento. I carburatori da 40 mm non sono forniti di starter, ma soltanto di arricchitori manuali. Quando sono fortunato, parte al primo colpo di pedale, altrimenti non ci sono santi che tengano. Così devo sempre ricorrere all’aiuto di qualche motociclista. Mi date qualche dritta per risolvere questo problema? Mauro…

Ho una 900 SS a carburatori del 1978 con qualche problema all’avviamento. I carburatori da 40 mm non sono forniti di starter, ma soltanto di arricchitori manuali. Quando sono fortunato, parte al primo colpo di pedale, altrimenti non ci sono santi che tengano. Così devo sempre ricorrere all’aiuto di qualche motociclista. Mi date qualche dritta per risolvere questo problema?

Mauro Casagrande

Risponde Stefano Ferrigno

Caro Mauro, posso essenzialmente ricordarti quella che è la procedura standard su propulsori di questo tipo, dotati di arricchitore della miscela. Anzitutto è chiaramente indispensabile adottare una diversa strategia a seconda che il motore sia freddo (primo avviamento) oppure caldo.

Nel primo caso, una volta azionato l’arricchitore, è importante non accelerare mentre si aziona la pedivella, che deve essere spinta per tutta la sua corsa, vale a dire fino a che non si avverte più resistenza. L’acceleratore va azionato, con parsimonia, esclusivamente nel momento in cui si avvertano i primi scoppi, per agevolare il mantenimento del minimo.

A caldo, o se la temperatura esterna è particolarmente elevata, la procedura è essenzialmente la medesima, ma esclude l’utilizzo dell’arricchitore. Il problema maggiore è infatti quello di cercare di evitare di “affogare” il motore: il cosiddetto ingolfamento, dovuto a un errato uso del gas o dell’arricchitore, rende infatti pressoché impossibile l’avviamento per diverso tempo.

Lascia un commento