Revisione moto: proroga al 31 ottobre

Revisione moto: proroga al 31 ottobre

Facciamo il punto sulle revisioni moto: proroga, verifica scadenze, costi e molto altro su uno degli aspetti burocratici nella gestione della proprio moto.

L'emergenza planetaria provocata dalla diffusione del Covid-19 conosciuto anche come Coronavirus, ha fatto slittare alcune importanti scadenze per i motociclisti. All'interno del Decreto Curaitalia, una manovra da 25 miliardi approntata in risposta alla crisi, si trovano diverse voci che riguardano la gestione della moto. In particolare è stata prorogata la revisione dei veicoli con scadenza entro il prossimo 31 luglio.…
L’emergenza planetaria provocata dalla diffusione del Covid-19 conosciuto anche come Coronavirus, ha fatto slittare alcune importanti scadenze per i motociclisti. All’interno del Decreto Curaitalia, una manovra da 25 miliardi approntata in risposta alla crisi, si trovano diverse voci che riguardano la gestione della moto. In particolare è stata prorogata la revisione dei veicoli con scadenza entro il prossimo 31 luglio. Questi avranno tempo fino al 31 ottobre per poter effetuare la revisione e potranno quindi circolare su strada anche con revisione scaduta. L’articolo 92 del decreto legge 17 marzo 2020 dice infatti “è autorizzata fino al 31 ottobre 2020 la circolazione di veicoli da sottoporre entro il 31 luglio 2020 alle attività di visita e prova di cui agli articoli 75 e 78 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285 ovvero alle attività di revisione di cui all’articolo 80 del medesimo decreto legislativo.

Quando va fatta la revisione della moto?

Ricordiamo che l’obbligo di revisione dei motoveicoli scatta a quattro anni dalla prima immatricolazione (da eseguire entro la fine del mese di rilascio indicato sulla carta di circolazione) e successivamente ogni due anni. Sono soggette alla revisione ogni due anni anche le moto d’epoca.

Come posso sapere quando scade la revisione della mia moto?

Se si è in possesso della carta di circolazione del motoveicolo è necessario individuare la data in cui è stato immatricolato. Se il veicolo è recente allora sarà il documento unico a riportare la data. Trascorsi i primi quattro anni, è invece necessario far riferimento alla data dell’ultima revisione che viene sempre riportata sul libretto di circolazione o sul documento unico. In alternativa è possibile ricorrere ai servizi offerti dai numerosi siti web che offrono la possibilità di verificare la scadenza della revisione.

Che rischi corro con la revisione moto scaduta?

I rischi maggiori si corrono in caso di incidente. La compagnia assicurativa potrebbe rivalersi su di voi per il risarcimento a terzi e, in caso di controllo da parte delle autorità competenti, si rischia una multa fino a 639 euro (che può essere raddoppiata nel caso in cui risultino più revisioni non fatte), il fermo amministrativo ed il sequestro del libretto di circolazione .

Quali sono i costi per la revisione moto?

Il costo della revisione presso i centri della Motorizzazione civile è di 45 euro. Il costo presso le agenzie ACI è di 65.25 euro mentre recandosi in un centro privato la revisione costa 66.80 euro. In tutti i casi sono compresi 10.80 euro di diritti governativi e 1.80 euro di bellettino postale.

Ducati Haptica: su misura

Un bellissimo esercizio di stile realizzato dalla spagnola Ad Hoc per Paul Berry, un cliente londinese.

Questo contenuto è riservato ai soli abbonati.
Abbonandoti a Cuoredesmo.com avrai accesso illimitato ai contenuti e non visualizzerai più i banner pubblicitari. Contribuirai inoltre a sostenere il progetto "Cuoredesmo", il riferimento online per la tua passione Ducati. Accedi Abbonati
Potrai scegliere fra:
  • Abbonamento mensile al sito 3 €
  • Abbonamento trimestrale al sito 6 €
  • Abbonamento annuale al sito 20 €
  • Abbonamento annuale al sito + abbonamento 1 anno alla rivista Mondo Ducati 30 €

Lascia un commento