I modellini Ducati… che passione

I modellini Ducati… che passione

I modellini di moto possono essere souvenir di viaggio o un semplice modo di riempire un garage in miniatura con le moto dei nostri sogni.

A parte qualche ormai raro esemplare di 750 che aveva attirato la mia attenzione negli anni Settanta, è nel 1985 che inizio a guardare con più passione al micro mondo dei modellini Ducati, personalizzando un unico Ducati F1 radiocomandato con motore a scoppio, ovviamente con i colori di Lucchinelli a Daytona. Preziosi perché un tempo i produttori dediti al modellismo…

A parte qualche ormai raro esemplare di 750 che aveva attirato la mia attenzione negli anni Settanta, è nel 1985 che inizio a guardare con più passione al micro mondo dei modellini Ducati, personalizzando un unico Ducati F1 radiocomandato con motore a scoppio, ovviamente con i colori di Lucchinelli a Daytona. Preziosi perché un tempo i produttori dediti al modellismo motociclistico erano davvero pochi.

In questi mesi, in attesa della lenta restaurazione del vecchio mondo, ho occupato il tempo libero con l’inventariare l’accumulo dei modellini, giunti a quota 500 circa, raccolti in trent’anni di scorribande in ogni angolo del mondo.
Ne ho riscoperti di ogni dimensione (o meglio, scala), da circa 8 millimetri a circa 40 centimetri, di ogni materiale, rifinitissimi ma anche più abbozzati, alcuni più giocattoli altri estremi capolavori.

ducati_1199_modellini
Un modellino in scala della 1199, in apertura una riproduzione della Ducati 916

A fine anni Novanta ho avuto la fortuna di conoscere il pilota Provini e visitare in piena attività la sua fabbrica di modellini dove il mondo veniva rimpicciolito; della sua ditta conservo cataloghi, scatole originali, esemplari montati e da montare.

[amazon box=”B0773TRCW5″]

Ne ho rintracciati in tantissimi Paesi, tra loro una Ducati 500 in latta piegata e colorata con funzionamento a molla e pilota ritrovato in Spagna, ma anche uno in filo di ferro in arrivo dal Sudafrica.
Riempiono i ripiani i kit di montaggio, quelli mirabilmente finiti e quelli standard, ma anche esemplari unici autocostruiti in metalli vari da Adriano, socio del mio Club, talmente fedeli da riuscire a produrne solo quattro all’anno.

Modello_laser_
Lady Ducati in miniatura!

Spuntano da ogni angolo, nei più vari materiali, dal vetro alle plastiche ormai fuori dai tempi fino alle ceramiche, moltissimi comprati nei circuiti e nei saloni, e molti invece ricordi speciali e omaggi di eventi esclusivi, presentazioni aziendali, meeting o raduni, autografati da piloti, manager o tecnici di estrema abilità.

Tra di loro, ci sono diversi prototipi e serie limitate, mai distribuiti sul mercato, versioni di prova e test, come le moto grandi, alcuni semplicemente statici e altri con cinematismi di rombanti motori e abbaglianti luci.

Nel settore Racing ci sono poi alcuni piloti in livrea speciale e altri frutto di elaborate personalizzazioni.
Tra una moto e l’altra, non solo Ducati, non mancano diorami di box, officine, camion e rimorchi in varie dimensioni, ma anche statuette di piloti e distributori di carburante.

Sognando di averle tutte in scala reale, quella del modellino sembra essere una buona alternativa: ogni tanto bisogna pensare anche in piccolo!
Ritornando al mondo contemporaneo, ho aggiunto alla raccolta anche il modellino di me stessa in tenuta da manager, facendomi scansionare con il laser, un impresa simile ad autocostruirsi un micro monumento. Nel caso il micro mondo si animasse, come in un noto film di giocattoli, sarei così sicura di utilizzarle tutte al di fuori di limiti, legislazioni e burocrazie!

gioco_ducati_moto_monster_bambini-(3)

Ducati Monster cavalcabile Chicco

La moto cavalcabile della Chicco per spingersi e correre come un vero campione. Il rombo originale Ducati e il clacson rendono l’emozione intensa.

Questo articolo ha un commento

  1. Lorella

    Ciao, spero tu possa essermi di aiuto.
    Purtoppo poco tempo fa è scomparso mio cugino, anche lui Ducatista sfegatato ed i suoi figli vorrebbero far riprodurre sulla lapide una Ducati 906 Paso, pocihè il suo primo grande amore.
    Lo scultore però per riprodurla avrebbe necessità di un modellino, sai dirmi dove potrei trovarlo?
    Grazie per qualsiasi aiuto tu possa darmi.
    Lorella

Lascia un commento