Ducati 2018 World Premier

Ducati 2018 World Premier

La serata intitolata “Ducati 2018 World Premier” è andata in scena anticipando, per un pubblico esclusivo e selezionato, il Salone del Motociclo di Milano.

Una serata a teatro a Milano fa subito pensare alla Scala, invece nel mio caso il teatro era un altro e lo spettacolo lo hanno fatto piloti e maestranze della Ducati, accordatori di strumenti musicali meccanici ancora una volta unici. La “Prima” a teatro è stata ancora più unica: l’opera, intitolata “Ducati 2018 World Premier”, è andata in scena anticipando,…
Una serata a teatro a Milano fa subito pensare alla Scala, invece nel mio caso il teatro era un altro e lo spettacolo lo hanno fatto piloti e maestranze della Ducati, accordatori di strumenti musicali meccanici ancora una volta unici. La “Prima” a teatro è stata ancora più unica: l’opera, intitolata “Ducati 2018 World Premier”, è andata in scena anticipando, per un pubblico esclusivo e selezionato, il Salone del Motociclo di Milano. L’invito per l’innovativo e originale evento è giunto anche a tutti i Club Ducati Doc e ha permesso così agli appassionati di mescolarsi nelle platee ai rappresentanti della stampa internazionale, delle testate sportive, dei partner tecnici e commerciali e ai fornitori. A condurre la serata è stato Claudio Domenicali, da amministratore a presentatore, illustrando in modo chiaro e diretto tutte le novità, documentando, descrivendo e divertendo con filmati, immagini inedite, video clip ed effetti luminosi tutto il pubblico intervenuto. L’evento apostrofato ”Sinfonia Italiana” ha visto ogni atto presentare un nuovo modello, accompagnato da personaggi unici: il nuovo Monster aveva al fianco l’intera Monster Community, mentre per il gran finale di serata è stato Casey Stoner ad accompagnare la Panigale V4. Tra un modello e l’altro, dallo Scrambler 2.0, XDiavel S, il Multistrada 1260 e lo Scrambler 1100 sono intervenuti Chaz Davies, giunto direttamente dalla appena conclusa gara del Qatar, Andrea Dovizioso, Jorge Lorenzo, Danilo Petrucci. Infine, Michele Pirro ha spiegato il grande lavoro di sviluppo fatto al Mugello per il nuovo 4 cilindri Ducati, disponibile anche in versione Panigale V4 Speciale in cui l’esperienza della Moto GP ha trovato largo impiego. Scenografie composte da immagini giganti in continua evoluzione, panorami, dettagli e informazioni tecniche, spettacolari momenti racing tra luci suggestive e potenti motoristici suoni hanno coinvolto tutto il teatro. La Panigale V4, esposta senza carenature sul palco, è stato raggiunta da una uguale entrata in scena in movimento: sotto il casco, Casey Stoner che ha commentato i risultati raggiunti dal nuovo mezzo, svolta epocale di esclusiva innovazione e contenuti tecnologici dell’azienda. A serata conclusa, tutti i modelli erano avvicinabili e osservabili e ogni curiosa domanda trovava, dai rispettivi capi progetto, le esaustive risposte. Staff tecnico, ingegneri manager e piloti si sono ritrovati tra gli applausi per il saluto finale sul palcoscenico. Alle loro spalle, il luminescente logo del World Ducati Week 2018, appuntamento imperdibile per vedere su strada anche i nuovi modelli.

Lascia un commento