Panigale V4 S e Panigale V2: confronto in pista 2020

Panigale V4 S e Panigale V2: confronto in pista 2020

Quattro cilindri o due? E’ questa la questione che ci pone Ducati con le nuove Panigale V4 S e V2. Vediamo di risolverla!

Gi√† due anni fa avevamo proposto un confronto interno alla famiglia superbike Ducati (vedi link sotto): al tempo, la questione interessava la Panigale V4 e la 959, ovvero l'unica rimasta, a parte la versione costosissima e a numero limitato della 1299 Final Edition, fra le bicilindriche nello specifico settore.Oggi riproponiamo la sfida perch√© in questi due anni molte cose sono…

Gi√† due anni fa avevamo proposto un confronto interno alla famiglia superbike Ducati (vedi link sotto): al tempo, la questione interessava la Panigale V4 e la 959, ovvero l’unica rimasta, a parte la versione costosissima e a numero limitato della 1299 Final Edition, fra le bicilindriche nello specifico settore.

Confronto fra Panigale V2 e V4

Prova-confronto tra la 959 Panigale Corse e la Panigale V4. Due superbike dal carattere completamente diverso testate su strada e su pista.

Oggi riproponiamo la sfida perché in questi due anni molte cose sono cambiate; la 959 ha lasciato il posto alla V2 che, anche visivamente, evidenzia la stretta parentela con la sorella maggiore.

Ma anche sul fronte quattro cilindri non si √® rimasti a guardare, con l’arrivo di una versione 2020 completamente rivista, ora equipaggiata con molti contenuti ereditati dalla V4 R come l’aerodinamica e il suo telaio Front Frame, ma soprattutto per una diversa gestione elettronica che la dovrebbe rendere pi√Ļ facile e gestibile.

Ma anche la bicilindrica non scherza, come dimostrano i commenti entusiasti della stampa alla sua presentazione: ora, rispetto alla 959, √® pi√Ļ sfruttabile e godibile per l’utilizzo stradale, grazie a una sella pilota pi√Ļ confortevole e alla taratura rivista delle sospensioni, ma anche sul fronte delle prestazioni non scherza: il suo motore da 955 cc eroga maggiore potenza (+ 5 CV) e coppia (+ 2 Nm) rispetto a prima, arrivando a una potenza massima di 155 Cv a 10.750 giri/minuto!

prova_comparativa v4_v2 (2)

Un confronto molto interessante, quindi, per il quale abbiamo voluto coinvolgere due esperti del mondo Ducati del calibro di Dario Marchetti e Gian Maria Liverani, con l’insostituibile supporto del nostro ‚Äúspecialista‚ÄĚ Giorgio Tedioli e di un giornalista del calibro di Dario Ballardini.

Per dare maggiore rilevanza alle loro sensibilità e giudizi, abbiamo poi deciso di suddividere questa comparativa in due distinti articoli in cui si affrontano tutti gli aspetti che un confronto così delicato richiede. A questo punto non ci resta che augurarvi buona lettura!

Vai alla comparativa Panigale V4 – Panigale V2 di Dario Marchetti

Vai al confronto Panigale V4 – Panigale V2 di Gian Maria Liverani

Cremona: il circuito ideale per provare le Ducati

L’impianto dove abbiamo svolto la nostra prova √® il circuito di Cremona, un impianto particolarmente adatto alle due ruote e che ha in fase di attuazione un importante progetto di ampliamento che non riguarda solo la pista, ma tutta la struttura.

Foto-Cremona-Circuit

In pratica, viene allungata la pista, così come aumentano i box (che passano da 10 a 26) e le dimensioni del paddock, che sarà grande cinque volte rispetto a ora. Allo stesso tempo verrà costruita una tribuna da dove si potrà vedere tutto il circuito.

Insomma, una vera e propria rivoluzione di un autodromo che, come detto, √® molto apprezzato dai motociclisti, con particolare e curiosa preferenza dei Ducatisti, come ci conferma l’amministratore dell’impianto, Alessandro Canevarolo, forse perch√© sono attirati dalla presenza di un lungo rettilineo (quasi un chilometro!) e da una configurazione che rende divertente la guida anche di moto molto potenti.

Del resto, il Cremona Circuit punta molto sul pubblico Ducati, forte anche di una posizione geografica fortunata che gli consente di essere punto di riferimento per un bacino di motociclisti molto importante. Una situazione che diventer√† ancora pi√Ļ appetibile nella nuova configurazione.

Obiettivo delle modifiche di cui sopra √® anche quello di ottenere l’omologa dalla FMI e ospitare quanto prima gare motociclistiche, considerato che il rettilineo di partenza sar√† pi√Ļ lungo e soprattutto seguito da una curva molto ampia che pu√≤ essere fatta in accelerazione.

La Panigale V4 S in un colpo d’occhio

MY20_DUCATI_PANIGALE-V4_01_UC101536_High
Colorazioni
Ducati Red con telaio Dark Grey e cerchi neri

Principali dotazioni
Pacchetto aerodinamico by Ducati Corse
Motore Desmosedici Stradale, 1103 cc
Nuova logica di gestione della richiesta di coppia da parte del pilota
Telaio ‚ÄúFront Frame‚ÄĚ con specifiche Ducati Corse
Telaietto anteriore in Magnesio
Sospensioni ed ammortizzatore di sterzo con sistema √Ėhlins Smart EC 2.0
Forcella √Ėhlins NIX-30 con nuova taratura
Ammortizzatore √Ėhlins TTX 36 con nuova taratura
Ammortizzatore di sterzo √Ėhlins
Cerchi Marchesini forgiati in alluminio con colorazione total black
Batteria agli ioni di litio
Manopole sportive
Pacchetto elettronico di ultima generazione con piattaforma inerziale a 6 assi: ABS Cornering EVO; Ducati Traction Control (DTC) EVO 2; Ducati Slide Control (DSC); Ducati Wheelie Control (DWC) EVO; Ducati Power Launch (DPL); Ducati Quick Shift up/down (DQS) EVO 2; Engine Brake Control (EBC) EVO
Pulsanti per cambio rapido dei livelli
Riding Mode (Race, Sport, Street)
Serbatoio in alluminio da 16 litri
Cruscotto full-TFT da 5‚ÄĚ
Proiettore full-LED con DRL
Sella con ‚Äúlogo V4‚ÄĚ
Configurazione biposto a corredo
Impianto frenante con pinze monoblocco Brembo Stylema
Pneumatici Pirelli Diablo Supercorsa SP con posteriore 200/60
Predisposizione per Ducati Data Analyser+ GPS (DDA+ GPS), Ducati Lap Timer GPS (DLT GPS) e Ducati Multimedia System (DMS)

Prezzo Panigale V4 S
Euro 28.790

La Panigale V2 in un colpo d’occhio

DUCATI_PANIGALE-V2_STUDIO_10_UC101467_High

Colorazioni
Ducati Red con cerchi ruota neri

Principali dotazioni
Nuova estetica
Motore Superquadro da 955 cc omologato Euro 5
Silenziatore sotto motore con uscita singola laterale
Telaio Monoscocca in alluminio
Forcellone monobraccio in alluminio
Forcella Showa Big Piston Fork (BPF) da 43 mm, completamente regolabile
Ammortizzatore Sachs, completamente regolabile
Ammortizzatore di sterzo Sachs
Pacchetto elettronico con Inertial Measurement Unit a 6 assi (6D IMU): ABS Cornering EVO; Ducati Traction Control (DTC) EVO 2; Ducati Wheelie Control (DWC) EVO; Ducati Quick Shift up/down (DQS) EVO 2; Engine Brake Control (EBC) EVO
Riding Mode (Race, Sport, Street)
Serbatoio in acciaio da 17 litri
Cruscotto full-TFT a colori da 4,3‚ÄĚ
Proiettore full-LED con DRL
Configurazione biposto
Impianto frenante con pinze monoblocco Brembo M4.32
Cerchi con nuovo disegno a 5 razze
Pneumatici Pirelli Diablo Rosso Corsa II con posteriore 180/60
Predisposizione per: Ducati Lap Timer GPS (DLT GPS), Ducati Multimedia System (DMS), Ducati Data Analyser+ GPS (DDA+ GPS)

Prezzo Panigale V2
Euro 17.990

 

panigale_v4_intervista_barnabò (4)

Vi spiego la Panigale V4 R

In quanti modi può essere preparata una Panigale V4 R? Lo chiediamo a Marco Barnabò, team principal del Barni Racing Team.

Questo contenuto è riservato ai soli abbonati.
Abbonandoti a Cuoredesmo.com avrai accesso illimitato ai contenuti e non visualizzerai pi√Ļ i banner pubblicitari. Contribuirai inoltre a sostenere il progetto "Cuoredesmo", il riferimento online per la tua passione Ducati. Accedi Abbonati
Potrai scegliere fra:
  • Abbonamento mensile al sito 3 ‚ā¨
  • Abbonamento trimestrale al sito 6 ‚ā¨
  • Abbonamento annuale al sito 20 ‚ā¨
  • Abbonamento annuale al sito + abbonamento 1 anno alla rivista Mondo Ducati 30 ‚ā¨

Lascia un commento