Gli scarichi Termignoni per la Panigale

Gli scarichi Termignoni per la Panigale

Direttamente dal reparto corse, ecco gli scarichi Termignoni per la Panigale, con silenziatori in fibra di carbonio e titanio 05 Gradi.

Si sente dire spesso che il campionato del mondo Superbike è quello più vicino agli appassionati, perché le moto che vi prendono parte sono le stesse regolarmente in vendita nelle concessionarie; adesso poi che i nuovi regolamenti hanno ulteriormente ristretto le modifiche che possono essere effettuate sugli esemplari da corsa rispetto ai corrispondenti modelli di serie, questo presupposto vale ancora…

Si sente dire spesso che il campionato del mondo Superbike è quello più vicino agli appassionati, perché le moto che vi prendono parte sono le stesse regolarmente in vendita nelle concessionarie; adesso poi che i nuovi regolamenti hanno ulteriormente ristretto le modifiche che possono essere effettuate sugli esemplari da corsa rispetto ai corrispondenti modelli di serie, questo presupposto vale ancora di più.

Pertanto, non solo le supersportive che i “motociclisti di tutti i giorni” possono acquistare sono sempre più vicine ai mezzi che corrono in pista, ma anche le parti che trasformano la moto stradale in quella da gara sono ormai accessibili, nel senso che possono essere regolarmente comprate da chi ha le possibilità economiche per farlo: non stiamo parlando di “repliche” più o meno fedeli dei componenti racing, ma proprio degli stessi identici particolari che equipaggiano anche le moto ufficiali impiegate nel Mondiale.

Ne sono un esempio i terminali di scarico Termignoni che Andreani Group commercializza in esclusiva per la Panigale; fino alle ultime gare dello scorso anno, infatti, questa era la dotazione con cui venivano allestite le Ducati di Chaz Davies e Davide Giugliano, anche se per motivi commerciali essa prevedeva una configurazione estetica più simile a quella dell’impianto di primo equipaggiamento.

Termignoni-2)
Il terminale di scarico dedicato per la Panigale.

Il fatto di avere le uscite dei gas di scarico rivolte in avanti, anziché posteriori come sulla moto di serie, consente di evitare che il calore sprigionato dai silenziatori vada a interferire con il rendimento del pneumatico, oltre a garantire ai gas stessi un percorso di lunghezza ottimale che favorisce le prestazioni.

Non cambiano invece i materiali utilizzati per l’impianto, tanto che è il reparto corse Termignoni a occuparsi della sua realizzazione e non la normale linea di montaggio destinata ai prodotti “commerciali”, come ci spiega Roberto Aloi, sales manager di Andreani Group: “I silenziatori sono in fibra di carbonio e titanio 05 Gradi, lo stesso utilizzato per gli scarichi che vengono impiegati in MotoGP e nel Mondiale Superbike. Questi materiali esclusivi permettono un considerevole vantaggio a livello di leggerezza, tanto che ogni silenziatore arriva a pesare 1,5 Kg in meno rispetto alla versione precedentemente prodotta dalla stessa Termignoni.”

In termini di compatibilità, il kit commercializzato da Andreani può essere installato su tutti i modelli della famiglia Panigale, vale a dire la 899, la 1199 e la ultimissima 1299, grazie a due diverse tipologie di raccordo fornite all’interno della confezione: inoltre, i silenziatori sono realizzati in modo tale da potersi interfacciare sia con i collettori originali che con quelli del kit precedente (il cosiddetto +300, a sua volta impiegato sulle Ducati del Team ufficiale).

Termignoni-saldatura-Tig

A corredo dei terminali viene poi fornito un filtro dedicato della Sprint Filter che, grazie alle sue caratteristiche di permeabilità, garantisce un ulteriore incremento delle performance, fino ad arrivare a un valore di 190,89 Cv alla ruota misurati al banco nel caso della 1199 S, vale a dire ben 12 Cv in più rispetto alla moto standard; allo stesso modo, anche la coppia massima passa da 124,95 a 128,97 Nm (sempre alla ruota), mantenendo praticamente invariato il corrispondente regime di rotazione (circa 8800 giri).

“Per le sue caratteristiche racing al 100%, lo scarico Termignoni per la Panigale è senza dubbio una delle novità più importanti del 2015 tra i prodotti che abbiamo in catalogo. – prosegue Aloi – Prossimamente saranno disponibili anche i collettori completi e una centralina appositamente mappata per ottenere la migliore risposta da parte del motore. Il kit composto dai soli silenziatori più il filtro, invece, non necessita di alcun tipo di intervento a livello di mappatura.”

Il prezzo al pubblico dei terminali compresi di filtro è di 2180 Euro più Iva: non pochi considerando che, comunque, il modello di serie ha già cavalli in abbondanza, ma non bisogna dimenticare che stiamo parlando di un prodotto direttamente derivato dal mondo delle corse, per di più in favore di un modello prestigioso come la Panigale, vale a dire la regina di casa Ducati, l’equivalente di una vera e propria supercar a due ruote, per la quale non sono certo previsti compromessi a livello di componentistica.

robeeto_aloi
Roberto Aloi, sales manager presso Andreani.

“Ducati ha sempre avuto una partnership molto importante con Termignoni, – sottolinea Giuseppe Andreani, titolare di Andreani Group – sia dal punto di vista tecnico che commerciale. I terminali per la Panigale rappresentano senza dubbio un prodotto di altissimo livello, attraverso il quale l’azienda piemontese vuole fornire una dimostrazione delle proprie capacità, dando, come si suol dire, il meglio di sé! Si tratta di un brand che, pur già avendo alle spalle un passato particolarmente ricco di successi, si sta impegnando moltissimo per rafforzare la propria posizione sul mercato. Termignoni investe tanto nella ricerca e sviluppo di nuovi prodotti, cercando di ottenere risultati sempre più importati e questa è la cosa che più mi piace nell’ambito della nostra collaborazione, perché rispecchia esattamente quella che è anche la nostra filosofia! Se prendi uno scarico Termignoni di due anni fa e lo confronti con uno odierno, ti accorgi che c’è stata un’evoluzione sia nella parte tecnica che in quella estetica, così come nella cura delle finiture, aspetto sul quale noi spingiamo molto, grazie al rapporto di stima e amicizia che condividiamo con l’attuale proprietà. Anche perché l’impianto di scarico rappresenta oggigiorno un corredo sempre più importante per impreziosire la moto, oltre che un impegno economico tutt’altro che trascurabile per la maggior parte degli appassionati; pertanto, oltre a essere performante, deve essere anche bello!”

impianto_scarico_moto (3)

L’impianto di scarico della moto – prima parte

Vediamo come funziona l'impianto di scarico di una moto e analizziamo come le sue caratteristiche influiscano sul rendimento del propulsore.

Questo contenuto è riservato ai soli abbonati.
Abbonandoti a Cuoredesmo.com avrai accesso illimitato ai contenuti e non visualizzerai più i banner pubblicitari. Contribuirai inoltre a sostenere il progetto "Cuoredesmo", il riferimento online per la tua passione Ducati. Accedi Abbonati
Potrai scegliere fra:
  • Abbonamento mensile al sito 3 €
  • Abbonamento trimestrale al sito 6 €
  • Abbonamento annuale al sito 20 €
  • Abbonamento annuale al sito + abbonamento 1 anno alla rivista Mondo Ducati 30 €

Lascia un commento