Ducati Desmo Challenge: le novità della quarta edizione

Ducati Desmo Challenge: le novità della quarta edizione

Il Ducati Desmo Challenge, il trofeo monomarca della Casa di Borgo Panigale, si prepara alla sua quarta stagione.

Per la Ducati il 2007 è stato un anno straordinario, lo sanno anche i sassi. Al titolo mondiale di Casey Stoner in MotoGP si è aggiunto quello di Niccolò Canepa nella Superstock 1000, l’alloro europeo di Nina Prinz e i record di vendite fatti registrare dalle moto di serie.Per completare questo quadro da incorniciare in bacheca, la Casa di Borgo…

Per la Ducati il 2007 è stato un anno straordinario, lo sanno anche i sassi. Al titolo mondiale di Casey Stoner in MotoGP si è aggiunto quello di Niccolò Canepa nella Superstock 1000, l’alloro europeo di Nina Prinz e i record di vendite fatti registrare dalle moto di serie.

Per completare questo quadro da incorniciare in bacheca, la Casa di Borgo Panigale può vantare anche il successo riscosso dal suo monomarca: il Ducati Desmo Challenge.

Il Trofeo dedicato alle Rosse, infatti, l’anno scorso è stato, nel suo settore, quello con il più elevato numero di iscritti. Un risultato che conferma, dunque, il momento magico dell’azienda bolognese che, attraverso il Desmo Challenge, apre le porte a tutti i ducatisti con la passione per la guida in pista, a prescindere dai risultati cronometrici.

Lo spirito su cui si basa questo campionato, infatti, non mira alla scoperta di giovani talenti, quanto piuttosto a regalare ai suoi partecipanti la soddisfazione di correre in circuito all’interno di un ambiente familiare, dove incontrare altre persone animate dalla stessa passione.

Una formula che, fin dalla sua istituzione, ha spesso previsto la prenotazione in esclusiva degli autodromi sui quali si sono svolte le gare, in modo da scongiurare problemi di sovraffollamento, garantendo ai propri iscritti il massimo comfort anche in termine di orari e tempi utili per l’effettuazione delle prove e delle gare. A questo va aggiunta l’offerta di numerose categorie, che nel 2007 ha visto protagoniste ben cinque classi: praticamente tutta la produzione Ducati attuale.

ducati_desmo_challenge
Nel 2008, una classe del Desmo Challenge verrà dedicata alla Hypermotard, con un apposito kit di preparazione. A dx: alcuni partecipanti del Ducati Desmo Challenge 2007. Come si può vedere, il monomarca della Casa di Borgo Panigale è aperto a tutti i tipi di Ducati.

Quindi, chiunque possieda una Ducati degli ultimi quindici anni può partecipare al Challenge, senza contare il fatto che l’anno scorso anche chi non possedeva un mezzo costruito a Borgo Panigale, ma si sentiva comunque ducatista dentro, ha potuto approfittare di un servizio di noleggio che metteva a disposizione alcune 749 R per la classe Supersport.

Sempre a proposito di classi, poi, una delle principali novità del 2008 prevede l’introduzione di una nuova categoria dedicata alla Hypermotard. In questo caso, come già succede per la classe Sport Classic (dove si danno battaglia le Paul Smart e le Sport 1000) verranno allestite delle moto provviste di un apposito kit.

I kit verranno comunque venduti anche separatamente, in modo da permettere a coloro che possiedono già la Hypermotard, e vogliono partecipare al Desmo Challenge, di predisporre un mezzo competitivo. Sembra addirittura che anche la Federazione Motociclistica Francese si stia interessando a questi kit per istituire un Trofeo Hypermotard Oltralpe e si sta discutendo la possibilità di disputare una finale alla quale potranno accedere sia i piloti italiani che quelli francesi.

I prezzi e la composizione del kit stesso sono ancora in via di definizione, così come per il momento non è ancora stato diramato ufficialmente il calendario 2008 del Ducati Desmo Challenge.

Quel che è certo è che gli appuntamenti verranno ridotti a cinque dai sei dello scorso anno, sempre per venire incontro ai piloti in merito agli eventuali costi di trasferta: si elimina, infatti, la tappa estera che nel 2007 si è tenuta presso il circuito di Pannonia, in Ungheria.

Si sta inoltre lavorando per portare il Trofeo Ducati su un circuito di caratura mondiale, sul quale non si è mai corso negli anni precedenti, ma anche in questo caso manca la conferma definitiva e, dunque, non è ancora stato diramato il nome dell’autodromo interessato.

desmo_challenge
Una partenza della classe Superbike.

Le classi che comporranno il Challenge quest’anno saranno dunque la Sport Classic, la Hypermotard, che disputerà quattro gare invece di cinque (più l’eventuale finale insieme ai piloti francesi), la Protwins, riservata ai motori Ducati a due valvole, la Superbike, all’interno della quale vige un regolamento Open che ammette solo Ducati a quattro valvole, la Supersport, dedicata alle 748-749 e alla nuovissima 848 (che gareggerà con classifica separata) e, infine, la Superstock, classe nella quale potranno partecipare le 999 e le 1098 nelle versioni Base ed S. Come al solito, nell’iscrizione al Trofeo sono comprese le prove libere di ogni appuntamento e una giornata di prove libere in pista, che solitamente si effettua un mese prima dell’inizio del Challenge.

Le iscrizioni sono a numero chiuso (massimo 32 per classe), ma in caso di griglia non completa ci sarà spazio per le wild card, ovvero per chi decide di partecipare solo a qualche gara del trofeo (ovviamente senza prendere punti per la classifica).

Particolare attenzione, com’è consuetudine per il marchio Ducati, viene dedicata al pubblico femminile, che potrà contare su una speciale classifica Ladies all’interno di ogni categoria.

Già nel 2007 le motocicliste iscritte al Challenge erano aumentate di numero rispetto agli anni precedenti; dunque, c’è da immaginare che questo trend prosegua anche in questa stagione: da confermare, per le signore interessate, lo sconto del 50% sul costo di iscrizione già applicato lo scorso anno.

Tutte le informazioni relative al monomarca Ducati sono reperibili on-line sul sito www.ducati.com alla voce “Community” o sul sito www.motoitaliane.it nell’apposito spazio dedicato al Desmo Challenge.

In entrambi i casi è possibile scaricare i moduli di iscrizione e leggere il regolamento del trofeo, oltre a poter consultare l’archivio (immagini e classifiche) delle edizioni precedenti.

Foto Snap Shot

Lascia un commento