Ducati 998 Matrix di Stefano Montresor

Ducati 998 Matrix di Stefano Montresor

La versione special di una moto già molto particolare. La 998 Matrix infatti è stata prodotta in pochissimi esemplari sulla scia del successo del film.

Chi non si ricorda del famoso film Matrix dei fratelli Wachowski con Keanu Reeves attore protagonista? Un film mitico, non solo per gli amanti del genere fantascienza, il cui enorme successo, vinse ben 4 premi Oscar, fece sì che ne fossero realizzati anche due sequel. Il primo di questi, intitolato Matrix Reloaded, uscito nelle sale nel 2003, vide anche l'apparizione…

Chi non si ricorda del famoso film Matrix dei fratelli Wachowski con Keanu Reeves attore protagonista? Un film mitico, non solo per gli amanti del genere fantascienza, il cui enorme successo, vinse ben 4 premi Oscar, fece sì che ne fossero realizzati anche due sequel.
Il primo di questi, intitolato Matrix Reloaded, uscito nelle sale nel 2003, vide anche l’apparizione di una moto protagonista di un furioso inseguimento in autostrada: si trattava di una 996 caratterizzata da un’inusuale colorazione verde scuro.
Ducati pensò bene, nel 2004, di sfruttare tale visibilità per presentare al pubblico un’edizione limitata in 300 esemplari: nasce così la Ducati 998 Matrix, riconoscibilissima proprio per la medesima colorazione.
Il nostro lettore ne è recentemente entrato in possesso, provvedendo anche a una sostanziale elaborazione del motore, forse per avvicinare le prestazioni della 998 a quelle fantascientifiche di cui si rende protagonista nel film!
Ovviamente, la veste estetica rimane invariata, ma sotto la carena sono numerose le modifiche apportate: infatti, il motore ora monta camme della 998 R, centralina 996 R, scarico Termignoni in titanio, filtri Bmc, kit cornetti aspirazione racing Bursi, pulegge in ergal Ducati Performance, volano in ergal DP, primaria alleggerita, kit corona pignone catena passo 520 nuovo, attuatore frizione Stm da 28 mm!

Ducati_998_Matrix (1)
Numerosi i tratti distintivi del progetto 916 che poi passarono direttamente alla 996 e alla 998: anche in questa versione speciale, la firma è subito riconoscibile, come nel bellissimo forcellone e nel caratteristico cruscotto con tanto di tachimetro/contakm amovibile: due segni chiari dell’anima racing di questa moto!


Ducati Matrix Reloaded

Tutti questi pezzi, tipici di un’elaborazione racing del potente motore quattro valvole, furono acquistati anni fa da Stefano presso Ezio Piceni di Brescia, un noto preparatore che i più attenti lettori si ricorderanno sicuramente per le numerose collaborazioni da lui effettuate col nostro magazine. Purtroppo Ezio è venuto a mancare da qualche anno, ma fa molto piacere vedere come le sue elaborazioni continuino a vivere all’interno di quei motori che amava tanto e ai quali ha dedicato tutta la sua vita.
In particolare, gli sarebbe piaciuta questa rara e particolare versione della 998 nella quale è veramente difficile imbattersi; infatti, è molto probabile che la maggior parte di queste Ducati Matrix Reloaded abbiano preso la direzione oltre oceano, vista la fama e il successo che il relativo film riscosse negli Stati Uniti; scelta resa più facile dal fatto che l’elevato costo di acquisto la rendesse abbordabile solo per i più facoltosi Paperoni d’America!

Ducati_998_Matrix (3)
Particolarissima la livrea di questa 998 Matrix: un verde scarabeo che riprende la colorazione della moto protagonista del film “Matrix Reloaded”: siamo nel lontano 2004, ma Ducati inizia ad essere presente anche sui palcoscenici più importanti, tanto da diventare protagonista in un film che fu un vero campione d’incassi.

Una rara occasione, quindi, anche per i nostri lettori, di ammirare questo particolare modello, a cui Stefano ha voluto aggiungere molto peperoncino, ma che sicuramente non avrà destinato a un uso in pista, considerata la rarità del mezzo.
In effetti, la moto appare nelle foto in condizioni pari al nuovo, con solo 10.000 Km segnati sugli strumenti, esteticamente originale, in ogni sua componente, al modello uscito di fabbrica, a parte ovviamente lo scarico Termignoni.
Un capitolo forse non fondamentale, ma significativo della storia Ducati che ci ha fatto piacere ricordare dopo così tanti anni.

Lascia un commento